Poesie

Trittico del convegno

CONVEGNO

Le vuote parole cadono lente,

gravose si sedimentano nel fondo della mente.

Pesante diventa lo spirito,

un’angoscia sottile sferza l’anima.

Le tenebre discendono,

la paura si insinua,

il nulla è.

Che tutto finisca,

che le catene si spezzino,

che arrivi presto la pausa caffè.

CONVEGNISTICA APATIA

Singoli momenti di noia,

uno dopo l’altro,

il fiume del tempo,

che annega,

nell’oceano dell’apatia.

Non più domande,

non più risposte,

solo torpore,

lieve ansia,

lento decadimento.

Sfiorire poco a poco,

parte dopo parte,

istante dopo istante,

occhi gonfi,

secchi di piccole lacrime.

Seguire (i convegni) è un po’ morire.

ORATORE

Ho spento il cervello,

anestetizzato il cuore,

affinché le tue parole,

non inquinassero il mio silenzio.

Ma non è servito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...